Pubblicato il 31. luglio 2017

Ricerca di un lavoro – Consigli su come candidarsi

Come facilitare la ricerca di lavoro – consigli utili

A differenza del passato, la ricerca di lavoro è adesso più impegnativa e le aspettative più alte. Considerando il tempo che di solito verrà dedicato ad una candidatura, bisogna evidenziare le informazioni più importanti e metterle subito in evidenza. Per dare una buona impressione con la nostra candidatura abbiamo a disposizione in media dai 60 ai 120 secondi.
Anche il profilo più in linea, quello con l’esperienza più adatta ai requisiti, magari a livello internazionale; non può dare per scontato di essere invitato a colloquio. Un fattore di nota importanza per mettere in evidenza la nostra candidatura, è la creatività del nostro curriculum. In che senso?
Westhouse lancia una serie di suggerimenti utili per la ricerca di lavoro e per le vostre candidature. Come verrete trovati? Qual è  il modo giusto per essere notati dai recruiter? Oltretutto vi forniamo anche  suggerimenti generali per le vostre candidature.
Nell’articolo di oggi spiegheremo come affrontare i punti di debolezza evidenziati.

Onestà: Cosa è giusto fare e cosa evitare?

Non è un segreto che nella nostra candidatura vogliamo presentare solamente il nostro lato positivo. Anche  i responsabili delle risorse umane ed i recruiter sottolineano che bisogna mettere in primo piano solamente i nostri punti di forza sia professionali che personali. Invece di scrivere “non sono in grado nemmeno di presentarmi in inglese” scegliamo l’ opzione “Ho un buon livello della lingua inglese”. Non c’è più lo spazio per le debolezze, onestà e coraggio. Esperti di carriera in base alla loro esperienza consigliano: l’Onestà vale di più.
In questo modo uno può aggiungere anche la parte del “cosa non so fare”. Per esempio: “programmare oppure parlare francese a livello professionale”. In questo modo siamo stati onesti ma non ci siamo espressi in modo negativo. Queste informazioni possono essere aggiunte nei nostri profili su per LinkedIn o Xing. Perché per decidere chi è più in linea i recruiter usano i dati a disposizione. Se i punti di debolezza che abbiamo nominato possano essere migliorati nel nuovo ruolo, è sicuramente un vantaggio.
Non siete attivamente alla ricerca di un nuovo lavoro ma state comunque pensando ad un cambiamento? Aggiungendo anche i punti di debolezza sul vostro profilo evitate false aspettative da parte dei recruiter/Head Hunter. Una descrizione più dettagliata del vostro profilo, porta sicuramente ad avere opportunità più in linea con le proprie aspettative.

La tua opinione su questo articolo
Grazie mille!
Si è verificato un errore
Alla nostra pagina ricerca di lavoro